Consigli pratici per addetti al turismo

Siamo alle solite bazzico per la rete a tempo perso e cosa succede?

Leggo il blog Bookingblog.com e comincio a pensare a cosa ho fatto finora per cercare di portare utenti nei miei alberghi.

IMPARARE UN PO' DI POSIZIONAMENTO
Tutto comincia da qui. Bisogna studiare almeno le basi del posizionamento per lo meno per non farsi fregare da persone che potrebbero venderti prime posizioni sui principali motori di ricerca in poco tempo.
Ma dove rivolgere la propria attenzione? Beh di forum, blog, etc ne troverete a iosa in giro per la rete, io consiglio il Forum di Giorgiotave (dove tra l'altro modero la sezione news) tanto per cominciare.
Penso che il forum sia il trampolino migliore che si possa desiderare per apprendere nozioni di SEO. Cercate di capire come trovare le parole o le frasi chiave (key e keyphrase) per poter farsi trovare da un'utenza propensa alla prenotazione (che è quello che più vogliamo :) ).
Una volta trovare queste parole dove vanno messe? come vanno usate nei testi descrittivi delle strutture?
Tutte queste domande e molte altre le potrete postare nel forum facendovi aiutare da persone molto più competenti di voi.


IL PROPRIO SITO
Mano a mano che conoscerete il mondo della rete rivolgete la vostra attenzione verso il vostro sito internet (consiglio di crearne uno voi personalmente per testare la vostra conoscenza).
Comincerete a capire perché avete speso tanti soldi per il mondo web ma il web non contraccambia. Potrete fare o richiedere da specialisti modifiche per aumentare il ROI (tradotto ritorno di investimenti) delle vostre pagine.


IL MARKETING
Questa è forse la parte che ho trovato più difficile e che sto ancora imparando sotto ogni sfaccettatura (non che il Seo sia tanto più facile....).
Col tempo ho capito che è importante portare utenti verso il proprio sito ma bisogno anche portare persone che vogliano anche prenotare e qui la cosa comincia ad essere diversa.
Per chi fa l'albergatore parte relativamente avvantaggiato perché già ha un'ottima base di conoscenza del proprio target di mercato.
Sommando la conoscenza sul posizionamento acquisita e il proprio bagaglio alberghiero si suppone che possiate destreggiarvi sufficentemente nel mondo del web marketing creando delle piccole campagne markettare senza l'ausilio di costosi esperti (a questo punto molte persone che conosco mi lincerebbero volentieri).
Quest'ultimi vanno interpellati quando si pensano a campagne con la C maiuscola, quando non si parla di pochi euro.


Sfruttare la rete nella sua totalità, registratevi a forum, blog, socialnetwork. Fatevi conoscere! Voi siete il vostro albergo, quindi conoscendovi molti utenti saranno già più propensi a venire da voi piuttosto che da perfetti sconosciuti.

Sfuttare tutte le risorse gratuite che vi capiteranno sotto mano.

Mantenetevi informati su ogni novità che riguarda i motori di ricerca.

Se vi piace il web cercate soprattutto di divertirvi nel fare tutto questo vedrete che i frutti arriveranno prima che ve ne accorgiate.

Commenti

Alessio ha detto…
Ciao Stefano,

concordo pienamente con tutto quello che dici nell'articolo (tranne, naturalmente, con la frase "senza l'ausilio di costosi esperti" :).

I motori di ricerca (e Google in primis), lungi dall'essere ingranaggi infernali ed ostili, cercano in ogni modo di valorizzare proprio la passione e l’interesse personale del proprietario dell'hotel che si iscrive a blog, forum, directory e portali, discute, promuove iniziative on-line...in una sola parola, che "partecipa" alla rete.

Quando "avete speso tanti soldi per il mondo web ma il web non contraccambia" bisogna però riuscire a trovare la forza di non pensare che "è il mondo web che non funziona"...il web è molto più complesso di quello che sembra, e per avere successo non bastano impegno e passione ma servono conoscenze ed esperienza.

La formazione personale dell’albergatore (e mi pare che qui ci sia un esmpio eccellente) è il miglior alleato del serio-costoso esperto, perché permette di valutare le proposte degli esperti meno seri ma altrettanto costosi ed evitare di rivolgersi a web agency che propongono "l'hotel primo su 362 motori, inclusione garantita entro 12 giorni"…

Saluti e complimenti per l'articolo
Alessio
Stefano Caldana ha detto…
Ti ringrazio prima di tutto detta da te è un onore :)

Il problema principale per quelli del mio settore è il tempo!!!

Difficile trovare il tempo per tutto e per la rete.

Meno male che ci sono persone come te che scrivono davvero cose interessanti che fanno crescere questo "vecchiume turistico"

ciao
ste

Post più popolari