Il turismo è in discesa?

Un sondaggio di Confesercenti ha rivelato che la stagione turistica per la provincia di Siena risulta negativa...

Un operatore su due dà un giudizio negativo sull’andamento dei primi 6 mesi del 2007, mentre per il periodo estivo attualmente in corso la percezione di scontento è leggermente più contenuta (41 per cento). Inferiore alle attese il numero di operatori soddisfatti (31 per cento per il primo semestre, 25 per l’estate), contenuto il numero di coloro che rilevano ‘stabilità’ nell’andamento della propria azienda (tra il 7,9 ed il 12.8 per cento). Più ampia la fetta di operatori che denotano incertezza nel giudizio sul periodo estivo (20,5 per cento).
Testo preso da confesercenti.it

Mentre su booking blog leggo un'interessante notizia sulla giornata del turismo di Trieste.

Dopo il campanello d’allarme di Confindustria sul calo del turismo estivo, il 17 Luglio, al convegno «Giornata del Turismo-Passione Italia» il governo ha dato una risposta decisa, promettendo provvedimenti per la destagionalizzazione ed un incentivo di 10 miliardi per la crescita del settore.

Il summit si è aperto con l’ennesima discussione sui problemi strutturali del sistema turismo italiano: mancanza di servizi, scarso rapporto qualità-prezzo, frammentazione dell’offerta. Le istituzioni sono invitate a far riprendere al turismo un ruolo centrale nell’economia del paese.

La gente non viene in italia? Il rapporto qualità/prezzo non va bene?

E' vero che in certe zone d'italia si tende a sfruttare fino al midollo le risorse della struttura turistica portando al decadimento la struttura stessa e che le strutture non sempre sono recenti... anzi tuttaltro.

D'altro canto lo stato ha sempre annunciato provvedimenti e sovvenzioni per aiutare il turismo, ma queste sovvenzioni sono fondamentalmente inutili.

Gli operatori del campo turistico hanno oneri che fanno passare la voglia di continuare a svolgere le loro attività. Prendiamo ad esempio un albergo.

Il 70-80% dei costi fissi è il personale. Non ho mai visto o letto sovvenzioni da parte dello stato nel caso di assunzioni di un tot di personale (aiutando così l'occupazione).

Corrente e Riscaldamento. Non ho mai visto sgravi su questo, ma ho visto gruppi di operatori creare associazioni che sono riuscite ad avere percentuali di sconto sull'energia. Dallo stato nulla.

ICI & co. Quando vedi tutte quelle sigle una dietro l'altra... stai male. Sgravi fiscali in caso di apertura di minimo 10 mesi in modo da non rendere l'italia "non culturale" un posto desolato? Mai visto!

Se siete nel settore e volete smentirmi, sarò la persona più contenta della terra... vuol dire che forse le cose stanno cambiando.

ste

Commenti

Post più popolari